Sappiamo quanto nell’ultimo decennio (ed anche prima) le reti Mediaset abbiano contribuito a creare il famoso sentimento popolare che ha azionato e permesso la farsa del 2006. Ancora adesso continuano a farlo grazie a antijuventini di ferro come Liguori, Ziliani e ad ospiti come Giordano e Crosetti. Ieri “Controcampo” ed oggi “Tiki Taka”. E, proprio come ieri, oggi l’unico presente a difendere la Juve è quel vecchio leone bianconero di Giampiero Mughini, Ju29ro ad honorem da sempre.

Proprio nell’ultima puntata del programma condotto dal pur simpatico Pierluigi Pardo, quella del 27 ottobre scorso, si discuteva come al solito dell’ultima settimana di calcio, disquisendo ad esempio su quanto due sconfitte per 1 a 7 ed 1 a 0 siano uguali.

Buffon: festeggia (si fa per dire) la 500esima in A con una sconfitta senza subire un tiro in porta. SV.

Bonucci: schierato a destra per sfruttare la sua maggiore capacità tecnica. Qaalche buon lancio ma troppe palle perse. Sfiore il gol su calcio d'angolo. Voto 6.

Ogbonna: al centro della difesa come nella precedente partita. Non gioca male fino al 94° quando una dormita collettiva della difesa regala il gol della sconfitta al Genoa.
76

Buffon: Il Palermo lo lascia praticamente inoperoso (SV).

Ogbonna: Inizia a destra, dopo qualche pasticcio Allegri lo inverte di ruolo con Bonucci. Meglio al centro, ma non è certo il simulacro della sicurezza in campo. Voto 5,5.

Bonucci: Quasi subito spostato a destra, disputa una partita sufficiente. Voto 6.

Chiellini: Ormai si sta tarando su standard non troppo esaltanti: benino in difesa, rivedibile in fase di possesso palla. Voto 5,5.
48

Ieri nuovo botta e risposta tra Juve e Inter.I nerazzurri ribattono alla stoccata di Agnelli parlando di mistificazione dei fatti. I fatti "mistificati" erano questi:

«Pertanto, alla luce delle valutazioni sopra sinteticamente riportate, questo Ufficio ritiene che le condotte in parola siano tali da integrare la violazione, oltre che dei principi di cui all'art. 1, comma 1, CGS, anche dell'oggetto protetto dalla norma di cui all'art.
12

Buffon: Subito impegnato a 6' su calcio da fermo, poi subisce il gol dopo una palla persa in mezzo al campo da Pirlo. Voto 6,5.

Ogbonna: Il meno peggio in difesa. Voto 5,5.

Bonucci: Non è apparso molto sicuro, ogni intervento è stato al limite dell'errore clamoroso. Poco utile anche in ripartenza. Voto5.

Chiellini: I greci lo lasciano giocare in fase di ripartenza e lui gioca molte palle nel primo tempo e ne sbaglia moltissime. Stasera inutile.Voto 4,5.
99

Buffon: Come l'anno scorso subisce gol da Zaza senza sue colpe. Attento in alcune chiusure fuori area. Voto 6,5.

Ogbonna: Buona la sua partita. Prima schierato a destra poi a sinistra quando la Juve si schiera a quattro. Ha una buona occasione che spreca malamente. Voto 6.

Bonucci: Soffre Zaza, commette qualche fallo di troppo, ma lo contiene. Non ha colpe sul gol. Voto 6.

Chiellini: Sul gol si perde Zaza. Unico errore grossolano di una partita giocata al solito con grinta e prestanza fisica.
52

La partita tra Juventus e Roma, com'era prevedibile, si è protratta ben oltre il 5 ottobre. Avesse vinto la Roma, avremmo assistito a caroselli in tutta Italia, con i media che, a reti unificate, glorificavano i capitolini, paladini del bene contro il male assoluto, per parafrasare le parole di Pavel Nedved.
57

Ieri sera la Juventus Fc, tramite Marotta e Nedved, ha presenziato a due trasmissioni televisive di Rai e Mediaset per tenere testa, finalmente, alle tante sciocchezze lette e sentite in questi giorni dal sapore tristemente noto agli juventini. Marotta, in particolare, è stato signorilmente caustico con Totti, facendo notare a tutti come le parole del "miglior calciatore italiano di tutti i tempi" fossero prive di fondamento.
66

"In Europa certi aiutini non ci sono", "Campionato falsato", "L'ultimo record della Juve, tripletta di Rocchi", etc...

Sono solo alcune delle immani e innumerevoli fesserie lette dalle ore 20 del 5 ottobre in poi. Per tacere di interviste fuori luogo (anche di tesserati) e di interrogazioni parlamentari senza senso.
62
Caricamento in corso...